La storia delle scarpe

Anni 20


La storia delle scarpe


Ancora oggi la moda si ispira prepotentemente agli anni ’50, considerati come un decennio di stile, da cui traggono ispirazione soprattutto gli amanti del burlesque, prima tra tutte Dita Von Tee
Continua a leggere >

Eccesso e trasgressione sono le parole chiave degli anni Ottanta, dominati (non a caso) dall’icona del pop per eccellenza: Madonna. Fu lei, prevalentemente, a dettare lo stile di questo decennio
Continua a leggere >

Gli anni della guerra, gli anni ’40, dolorosi e incerti, portano radicali mutamenti nella vita delle persone, costrette nella maggior parte dei casi a fare i conti con una vita faticosa, piena d
Continua a leggere >


 

vintage scarpe anni '20

Scarpe anni '20, impreziosite da pietre brillanti

Gli anni ’20 sono i cosiddetti anni ruggenti, quelli che si inaugurano all’indomani della guerra, quando nuove speranze si affacciano, unitamente a un rinnovato senso di libertà. La società stessa si fa più libera, più scanzonata, tale è la voglia di superare il periodo di privazione e di dolore che era immediatamente preceduto.

Quando lo stile vintage era l’avanguardia.

Anche la moda cambia radicalmente: i capi di abbigliamento si fanno più accessibili alle masse, i magazzini si riempiono di vestiti caratterizzati da una nuova semplicità, da un amore per la geometria e la razionalità. Negli anni del charleston, quando le donne danno prova di un nuovo senso del sé, sfoggiando abiti e capelli cortissimi, le scarpe in voga sono caratterizzate dalla presenza del cinturino e, naturalmente, del tacco. Quest’ultimo è tipicamente a rocchetto, robusto e non troppo alto: sono gli anni dei balli sfrenati, del Charleston, appunto, e del fox trot, e le scarpe hanno il compito di tenere il piede ben fermo e sicuro, in modo tale che le donne possano lanciarsi in balli veloci e sfrenati.

scarpe-uomo-anni-20

Il bicolore la fa da padrone nelle scarpe per uomo

Tacchi bassi per la donna, bianco e nero per l’uomo.

Anche le scarpe per gli uomini rispondono alle stesse esigenze, e si distinguono per il tipico aspetto “bicolore”, spesso giocato sull’uso di vernice bianca e nera. Questo look così caratteristico è ancora oggi molto apprezzato, tanto che, in occasione ad esempio del Carnevale o di un compleanno, prolificano le feste a tema, ispirate proprio ai ruggenti anni ’20.


Commenti



Anni 20 Offerte